Presse per pasta a vite LPS-500 e LPS-1000

LPSH-500 press. I principali nodi della pressa per maccheroni a vite LPS-500 sono un dosatore, una impastatrice a tre camere con azionamento, un alloggiamento pressante con trasmissione, una testa di pressatura per una matrice rotonda con un meccanismo di cambio stampo e un soffiatore. Tutti i nodi sopra sono montati su un telaio metallico installato su quattro supporti. Nella fig. 4.3 è un diagramma di questa macchina da stampa.

La pressa è dotata di un meccanismo di taglio, una pompa per vuoto ad anello d'acqua, un vacuometro, un manometro per il monitoraggio del processo, un sistema di tubazioni con serbatoi a livello costante per acqua calda e fredda installati su 1,5 ... 2 m sopra il livello di misurazione, e un sistema elettrico con un pannello di controllo per regolare la tecnologia processo. Il suo design è in qualche modo diverso dal design della pressa precedente e fornisce una regolazione più regolare della fornitura di ingredienti alla macchina impastatrice in un dato rapporto.

Il dispositivo di dosaggio si trova sopra la camera superiore della macchina impastatrice ed è costituito da un'unità dosatrice della farina a vite e un'unità di dosaggio dell'acqua rotante, combinata sullo stesso semiasse.

Il dispositivo di misurazione della farina ha un corpo 12, al cui interno è posizionata un'estremità di un albero cavo 11 con una lunghezza di 430 e un diametro di 60 mm. Sulla superficie esterna dell'albero cavo è installato singoloFig. 4.3. LPSH 500 maccheroni press scheme

Fig. 4.3. LPS-500 maccheroni press scheme

Coclea a vite 13 con un diametro di 158 e un passo di 70 mm. Nella parte superiore dell'unità di misurazione della farina, vi è un ingresso 14 per caricare la farina, nella parte inferiore è presente un'apertura 10 per l'uscita della farina.

Il distributore rotativo è installato sul lato opposto del tubo cavo. Sul corpo del distributore sono presenti due valvole 17 per l'alimentazione di acqua calda e fredda e una girante 16 con un profilo speciale che, durante la rotazione, trasforma l'acqua nelle fessure dell'albero cavo. La quantità di acqua che entra nella macchina impastatrice viene controllata cambiando il livello nel serbatoio dell'erogatore ruotando la manopola 79 collegata all'albero con lo slot 18 e modificando la velocità di rotazione dell'albero cavo con un meccanismo a cricchetto, che è lo stesso design delle presse LPL-2M. L'unità di dosaggio è azionata dalla trasmissione a catena 75 dall'albero dell'impastatrice dell'impastatrice; la velocità di rotazione del misuratore di farina e la vite di misurazione dell'acqua rotante sono regolate all'interno di 0 ... 23 min-1.

La pressa impastatrice è composta da tre camere, le cui dimensioni complessive sono le seguenti: la prima 1400x206x293 mm, la seconda e la terza 1400x328x424 mm. La prima camera di impasto 8 si trova sopra il secondo 44 e il terzo 40 ed è chiusa superiormente con un coperchio reticolare 9 con lucchetto. In questa camera, l'impasto viene impastato usando le lame impastatrici 7 montate su un albero per mescolare 6. Attraverso la finestra 5 nella parete laterale della camera, l'impasto viene inviato all'otturatore 4, che fornisce la necessaria pressione residua dell'aria quando si passa l'impasto al secondo e terzo

La tapparella 4 ha un alimentatore rotativo 3 con due tasche con un volume di 750 cm3. Il rotore è guidato dall'albero della prima camera attraverso un ingranaggio. Velocità di rotazione del rotore della porta del vuoto 22 min-1

La seconda e la terza camera sono interconnesse a valle dalla finestra di caricamento 36. Dentro le camere, così come nella prima, ci sono gli alberi di impasto 39 con lame e dita 38 montate su di essi in una certa sequenza.

Le cover 37 di entrambe le fotocamere sono realizzate in vetro organico trasparente, che consente di osservare il processo. Le clip eccentriche 35 sono installate per sigillare i coperchi, i coperchi sono anche interbloccati con il convertitore. Le camere di impastamento sono realizzate in lamiera di acciaio inossidabile 1 spesso con una superficie levigata a contatto con il prodotto.

L'azionamento di tutti e tre gli alberi delle camere di impastamento viene eseguito dal motore elettrico 21 attraverso una trasmissione a cinghia trapezoidale, un cambio e un sistema di trasmissione a catena. Velocità dell'albero della prima telecamera 75 min "1, alberi della seconda e terza camera - 60 min-1. L'azionamento è scollegato dagli alberi impastatori mediante una frizione a camme.

La miscela di aria e vapore formata durante l'impasto nella seconda 44 e nella terza camera 40 viene pompata attraverso uno speciale filtro 1 utilizzando una pompa per vuoto ad anello d'acqua BBH-1,5. Il filtro è installato nella parete terminale della camera 44 nella finestra di ingresso e consiste in un corpo cilindrico 46 e due superfici filtranti 47 posizionate all'interno del corpo. Una superficie è realizzata in rete metallica ondulata, l'altra in tessuto. La prima superficie fornisce una pulizia approssimativa della miscela aria-vapore da piccole briciole di pasta, la seconda da particelle di farina. L'alloggiamento del filtro ha un ugello 45 con una flangia per il collegamento del filtro all'alloggiamento del recipiente, un ugello del misuratore del vuoto 2 per l'installazione del misuratore 48 e un ugello XNUMX per il collegamento della conduttura alla pompa del vuoto.

Il corpo pressante è realizzato in tubo pieno Art. 20 lunghezza 1989 e diametro 166 mm, alle cui estremità sono installate le flange 24 e 43 per il montaggio della testa di pressatura e la vite di riduzione della coclea. Nella zona di massima pressione del corpo pressore (più vicino alla testa) c'è una camicia di raffreddamento 34, realizzata sotto forma di un cilindro con un diametro di 230 mm. Nella zona opposta della valigetta è presente una finestra 41 con dimensioni 210 x 100 mm per l'inserimento dell'impasto dalla terza impastatrice della impastatrice. Una coclea 42 a filettatura singola è installata all'interno dell'alloggiamento della pressione.

La testa di pressatura 25 è a forma di cupola per un unico stampo circolare con un diametro di 350 mm. Un'estremità della testa è fissata alla flangia 24 del corpo pressante, l'altra è chiusa con il tappo 22. Un manometro 23 è fissato alla parte cilindrica della testa. La testa è dotata di un meccanismo per cambiare la matrice, il meccanismo di taglio

Il cambio matrice è costituito da un binario 30 orizzontale per il montaggio e la ricezione di matrici, un motore elettrico 33, un riduttore a vite senza fine 32 e due viti di trazione 31 collegate alla traversa a croce 29. La grandezza della traversa e il centraggio della matrice installata è regolata da due interruttori di limite. L'attivazione del meccanismo di cambio matrice è bloccata con la posizione dei coltelli di taglio rispetto al piano inferiore della matrice: solo quando le lame si abbassano alla distanza richiesta, il motore elettrico del meccanismo di cambio matrice può essere acceso. La velocità della traversa quando la matrice di espulsione

Il sistema di tubazioni è costituito da quattro linee: per l'acqua fredda e calda, il suo scarico e la trasmissione del vuoto.

L'acqua fredda viene alimentata all'unità di dosaggio per impastare la pasta e nella camicia del corpo pressore per raffreddare l'impasto, acqua calda all'unità di dosaggio per impastare. L'acqua inutilizzata in eccesso proviene dal distributore, così come l'acqua dalla camicia del corpo pressante.

Il lavoro della stampa come segue. La farina viene immessa nell'unità di dosaggio della farina e l'acqua calda e fredda viene immessa nell'unità di dosaggio per l'acqua proveniente da serbatoi di livello costante. La temperatura dell'acqua che entra nell'impasto è controllata all'ingresso dell'impastatrice ed è controllata da due valvole sul distributore manualmente modificando il rapporto tra acqua fredda e acqua calda. La temperatura dell'acqua che entra nella macchina impastatrice è 55 ... 65 ° C, il consumo di acqua per l'impasto è di 130 l / h, e per il raffreddamento dell'unità di pressatura 150 l / h.

L'impasto viene impastato in una impastatrice a tre camere. Nella prima camera, la pre-impastatura intensiva della pasta avviene per 6 ... 8 minuti e la alimenta attraverso la guarnizione sottovuoto nella seconda e terza camera, che funzionano sotto vuoto. Pressione residua dell'aria durante l'evacuazione 20 ... 30 kPa. La durata totale del processo di impasto è di circa 20 minuti, durante i quali si ottiene l'impasto necessario fino a ottenere un colore uniforme e uniforme, senza tracce di massa a grana fine con una dimensione di un pezzo di diametro 2 ... 6 mm.

Dall'ultima camera, l'impasto entra nella camera della vite, da dove viene alimentato da una vite nella testa di pressatura e quindi stampato attraverso lo stampo. Va notato che due velocità di rotazione della vite di pressatura (17,5 e 23,5 min-1) consente di modificare le sue prestazioni in base alla gamma di prodotti fabbricati.

La pressione durante il test di stampaggio su presse di questo modello è 9..12 MPa.

Al fine di preservare la qualità della pasta e pulire gli stampi di formatura in produzione, si consiglia di sostituire gli stampi per pasta nel seguente ordine durante il giorno:

Installare l'anello in acciaio 28 con guarnizione in gomma nell'alloggiamento del meccanismo.

installa la matrice 27 nella clip e imponi una griglia di sicurezza 26 su di essa;

attivando il motore reversibile 33 del meccanismo, portare il giogo 29 dal corpo alla posizione estrema destra;

posizionare la clip con la matrice sul tavolo per l'alimentazione degli stampi e includere la rotazione inversa dell'albero motore; quando si muove il giogo, il giogo con la matrice assume una posizione di lavoro.

LPSH-1000 Press. La pressa è costituita dai seguenti componenti principali: un dosatore, una marmitta centrifuga, una impastatrice a due camere, due corpi pressori e un tubo. Tutte le unità di assemblaggio della pressa sono installate sulla piattaforma di servizio ad un'altezza di 3390 mm dal pavimento. Nella fig. 4.4 è un diagramma della pressa per pasta LPS-1000.

La pressa è dotata di due stampi rettangolari, una pompa per vuoto ad anello d'acqua con un filtro speciale, un sistema di tubazioni e accessori elettrici con un pannello di controllo. Il monitoraggio del progresso del processo viene effettuato utilizzando amperometri, misuratori del vuoto e manometri.

Il dispositivo di dosaggio (vedere la figura 4.4) è realizzato sotto forma di due dispositivi di dosaggio rotativi di farina e acqua, ciascuno dei quali è dotato di un azionamento costituito da un motore elettrico e un riduttore a vite senza fine. L'unità di dosaggio della farina 2 è un alloggiamento con due aperture per gli ugelli 4 e 1 nelle porzioni superiore e inferiore, attraverso le quali la farina entra e lascia. All'interno del case è un profilo speciale 3 del rotore a quattro tasche.

Il distributore di acqua è posizionato parallelamente al distributore di farina ed è un corpo 5 rettangolare con un tubo cilindrico 7 trasparente installato su di esso. Nella parte superiore e inferiore dei suoi sensori fortificati 6, limitando i livelli superiori e inferiori di acqua in entrata. Con l'aiuto di un alimentatore rotativo a quattro tasche 10, l'acqua viene diretta attraverso il materiale del condotto all'umidificatore centrifugo 11. La regolazione della quantità di acqua in entrata nell'impastatrice viene effettuata utilizzando la valvola 8 installata sulla tubazione del materiale.Fig. 4.4. LPSH 1000 maccheroni press scheme

Fig. 4.4. LPS-1000 maccheroni press scheme

Il design del dispositivo di dosaggio fornisce la necessaria tenuta nel sistema quando i componenti entrano nella macchina impastatrice della pressa, il che rende possibile lavorare l'impasto con una pressione residua di almeno 7 ... 9 MPa.

Il mucooler centrifugo 11, montato sopra la camera superiore della macchina impastatrice 20, è un tubo cilindrico di lunghezza 750 mm, con due tubi di collegamento 7 e 12 alle estremità opposte. All'interno del tubo è presente una coclea 9 a filettatura singola, un'estremità del quale è collegata con un albero motore elettrico mediante un accoppiamento speciale per garantire che la coclea ruoti a una frequenza di 900 min-1. Una tale velocità di rotazione della vite consente di mescolare componenti in un breve periodo di tempo.

La macchina impastatrice ha due camere. La camera superiore 20 con una lunghezza di 1700 e una larghezza di 800 mm è realizzata in lamiera di acciaio inossidabile. All'interno della telecamera, due alberi 17 e 19 sono installati in parallelo con le lame impastatrici 18 fissate su di esso. Rotazione di alberi con frequenza 42 min-1 Viene eseguito da una singola unità, tra cui un motore elettrico con trasmissione a cinghia trapezoidale e un sistema di ingranaggi cilindrici. L'unità di azionamento fornisce un blocco per spegnere gli alberi impastatori durante il loro funzionamento. Sulla parte superiore, la camera è chiusa con un coperchio a snodo a tre sezioni 13 in vetro organico, che fornisce la sigillatura necessaria all'interno della camera e allo stesso tempo consente il monitoraggio visivo dell'impasto impastato. In una delle pareti terminali della camera vi è un foro passante collegato da un ugello 22 con un'apertura nella seconda camera inferiore. Questa camera si trova perpendicolare alla prima ed è anche chiusa da una copertura 21 ruotabile in due pezzi in vetro organico. Il tubo 16 collegato al filtro 14 viene fissato alla parete terminale della seconda camera, attraverso il quale viene pompata la miscela vapore-aria che si forma durante l'impasto con una pompa a vuoto. I manometri 15 sono installati sull'alloggiamento del filtro per monitorare visivamente l'evacuazione dell'impasto. All'interno della camera, è installato un albero 23 con pale, che sono fissati simmetricamente e con una certa angolazione, che consente di distribuire uniformemente la pasta in entrata in due flussi diretti opposti dal centro ai fori nei corpi pressori.

Rotazione dell'albero di impasto della seconda camera con una frequenza di 62 min-1 Viene eseguito dal motore elettrico con trasferimento klinoremenny e un riduttore cilindrico monostadio.

Due corpi pressori sono installati sotto la seconda camera su lati opposti e perpendicolari all'asse dell'albero impastatore. Ai punti di congiunzione della camera e degli alloggiamenti della pressa ci sono fori passanti 24 per inserire i flussi di prova. Il corpo pressante è un tubo cilindrico composto in serie di due sezioni 25 e 27 di lunghezza 810 e 1170, rispettivamente, mm. Le sezioni hanno due flange alle estremità: due per il fissaggio delle sezioni tra loro e due estremi per il fissaggio dell'alloggiamento del cambio del dispositivo di pressatura e del tubo. La seconda sezione dell'alloggiamento pressante è dotata di una camicia d'acqua 28, che è un cilindro con un diametro di 220 mm con due ugelli per l'alimentazione e lo scarico dell'acqua che raffredda la superficie esterna dell'alloggiamento pressante nella zona di maggiore pressione. Le scanalature 31 situate assialmente si trovano lungo la sua superficie interna lungo l'intera lunghezza del corpo pressore, che impedisce alla pasta di ruotare contro le pareti interne del corpo quando la vite ruota. Una vite 26 a filettatura singola con una lunghezza di 1955, diametro 140 mm, con un passo di vite 90 mm è installata all'interno della custodia, un attacco a tre vie 29 è fissato all'estremità della vite, garantendo un flusso uniforme del flusso di prova attraverso la sezione del canale.

La rotazione di ciascuna vite con una frequenza di 21,5 e 31,5 min'1 (in base alla gamma prodotta) viene effettuata da due singoli azionamenti, tra cui un motore elettrico con trasmissione a cinghia trapezoidale e un riduttore elicoidale a due stadi.

Il tubo 41 è una struttura saldata costituita da un tubo 37 con diametro 130 di mm, due tubi di collegamento 38 con diametro 148 mm, un collettore 35 e uno stampo 39. Il collettore è costituito da boccole in bronzo 20 con un diametro interno di 22 mm, progettato per distribuire uniformemente il flusso di prova lungo la lunghezza degli stampi. Il bagno d'olio 36 con riscaldatori elettrici 3,2 kW per il riscaldamento a breve termine dell'impasto durante il periodo di avviamento della pressa e il fusibile 40 azionato con la pressione di prova 16 MPa sono incorporati nel corpo del tubo. Il controllo visivo della pressione di stampaggio viene eseguito utilizzando i calibri 30 incorporati nei tubi di collegamento.

Due matrici rettangolari fino a 955 mm vengono installate end-to-end utilizzando un supporto matrice, che è dotato di un meccanismo per cambiarle. Il meccanismo è azionato da un motore elettrico e due riduttori a vite senza fine fissati su entrambi i lati

La sostituzione degli stampi avviene spingendoli fuori con il binario 32. A tal fine, la nuova matrice 34 viene installata a un'estremità sui piani di supporto del supporto della matrice 39 all'estremità della matrice, che deve essere sostituita, l'altra estremità della matrice poggia sulla guida 32. Dopodiché, il motore viene acceso e le due marce 42, una volta ruotate, comunicano un movimento in avanti alle due viti 33, che spostano la guida fissata con esse. Allo stesso tempo, la matrice impostata sposta entrambe le matrici che si trovano nel supporto della matrice, spinge il primo 43 fuori dalla camera e viene installato sul secondo. La sostituzione della seconda matrice è simile.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Обязательные поля помечены *